Accedi o registrati

Sei un nuovo utente? Registrati

Hai un account su un social network? Accedi con il profilo che preferisci


Hai un account CrazyForSport o Gioca?

Pol.Dil. CASALGRANDESE

NEWS

26/11/2017
ECCELLENZA, PARI COL FIORANO. CIFARELLI: "ABBIAMO EVITATO UN'ALTRA BEFFA"

CASALGRANDESE - FIORANO 1 - 1
RETI: 10'st Ansaloni (F), 46'st Maimone (C).
CASALGRANDESE: Lanzotti, Ficarelli, Bonini, Vaccari, Bega, Guicciardi, Occhi (dal 20'st Maimone), Bellei (dal 10'st Mirra), Fabbri (dal 38'st Turci), Quitadamo, Silipo. A disp.: Schiavina, Zagnoli, Vezzosi. Allenatore: Cosimo Cifarelli.
FIORANO: Antonioni, Costa, Baldoni, Alicchi, Budriesi, Saetti Baraldi, Cavallini (dal 35'st Leonardi), Tardini, Zamble (dal 37'st Rizzo), Ansaloni, Gamberini (dal 15'st Cattabriga). A disp.: Bonadonna, Barbati, Ferrari, Khalifi. All.: Mirko Fontana.
ARBITRO: Mazzuca di Parma. 
NOTE: spettatori 200 circa. Ammoniti Ficarelli e Bellei (C), Budriesi (F). 
 
La Casalgrandese muove la classifica, e in pieno recupero riesce a evitare quella che sarebbe stata un'autentica beffa: quindi i biancoblù possono comunque trarre indicazioni confortanti da questo pareggio contro il Fiorano, anche se con la contemporanea vittoria del Salsomaggiore ora i nostri beniamini sono scesi all'ultimo posto in classifica. Oggi al "cav. Corradini" di Villalunga si è giocato per la 14esima giornata di Eccellenza: ancora una volta la formazione di mister Cifarelli ha saputo esprimersi con una forte dose di tenacia e spalvalderia, per nulla intimorita da un'avversaria che comunque ha saputo esprimere un calcio senza dubbio di buon livello. Nel primo tempo, sono stati i "Gatti" ad avere il predominio territoriale: tuttavia, è stata la Casalgrandese a far registrare il maggior numero di incursioni in zona gol. La ripresa si è invece aperta con il vantaggio del Fiorano: lo 0-1 a favore dei biancorossi porta la firma di Ansaloni, abile nel finalizzare al meglio un ficcante contropiede ospite. I biancoblù tuttavia si sono persi d'animo, e hanno continuato ad attaccare con la massima dose di determinazione: negli ultimi 20 minuti la difesa dei "Gatti" è stata oggetto di un vero e proprio assedio da parte dei padroni di casa, che tuttavia sono riusciti a trovare il punto del pareggio soltanto in pieno recupero. Il definitivo 1-1 porta la firma di Maimone, in rete da centroarea dopo aver raccolto l'efficace suggerimento di Bonini: peraltro il gol è giunto in seguito a un'azione concertata da parte della Casalgrandese, un efficace fraseggio che ha permesso ai biancoblù di spezzare la striscia negativa delle ultime due sconfitte consecutive. 
 
"E' un punto del tutto meritato - evidenzia a fine gara il trainer della Casalgrandese Cosimo Cifarelli - Anzi, credo proprio che a conti fatti il pareggio ci stia addirittura un po' stretto. Oggi siamo scesi in campo con un assetto e un cipiglio decisamente offensivi: un atteggiamento che ci ha permesso di interpretare la partita in modo efficace, e ciò la dice davvero lunga sulla tempra caratteriale che sta caratterizzando il nostro gruppo. In particolare, siamo stati capaci di disputare un secondo tempo di notevole impatto: poi, il fatto di essere riusciti a raddrizzare la sfida dopo lo svantaggio rappresenta senz'altro un segnale molto confortante in ottica futura. Purtroppo ora siamo ultimi - prosegue Cifarelli - ma l'attuale piazzamento non deve preoccuparci più di tanto: ciò che più mi interessava oggi era muovere la classifica, e così è effettivamente stato. Missione compiuta, nonostante le condizioni fisiche non certo perfette di alcuni giocatori: basti pensare a Ficarelli e a Fabbri, ma anche allo stesso Mirra che alla fine ce l'ha comunque fatta a scendere in campo pur essendo ben lontano dalla migliore condizione. Questa partita - aggiunge il mister - ci insegna che dobbiamo continuare a credere nella salvezza: a ragion veduta e senza tentennamenti".
 
Domenica prossima Casalgrandese impegnata sul campo della San Michelese, che oggi ha clamorosamente pagato dazio a Salsomaggiore. 

Nella foto a inizio pagina: Riccardo Lanzotti.
Nella foto a fondo pagina: Marco Fabbri.