Accedi o registrati

Sei un nuovo utente? Registrati

Hai un account su un social network? Accedi con il profilo che preferisci


Hai un account CrazyForSport o Gioca?

Pol.Dil. CASALGRANDESE

NEWS

10/10/2018
CASALGRANDESE FEMMINILE,SOLOMITA:"CON ALCUNI INNESTI,ALTA CLASSIFICA NEL MIRINO"

Tre punti nelle prime due partite: è l'attuale bilancio della Casalgrandese nel campionato di Eccellenza femminile, campionato che ha preso il via lo scorso 30 settembre. In occasione del turno inaugurale, le biancoblù hanno ottenuto un significativo successo sul campo bolognese di Granarolo Emilia: nella fattispecie, le nostre beniamine hanno avuto la meglio sul Granamica con il punteggio di 0-1. Domenica scorsa è invece arrivato uno stop casalingo: il Riccione ha espugnato il "cav. Corradini" di Villalunga con il punteggio di 2-1. Per la cronaca, entrambe le reti casalgrandesi portano la firma di Mery Discianni. 
"Buona parte della nostra squadra giocava a Fiorano fino all'anno scorso - evidenzia l'allenatore Piero Solomita - Con le insegne del club modenese, abbiamo vinto tutto quello che c'era da vincere. Al termine della passata stagione abbiamo vinto la serie D a 11, campionato che oggi ha assunto il nome di "Eccellenza": inoltre, è arrivato il primo posto nella graduatoria della Coppa Disciplina di categoria. Spiccano anche i risultati nel calcio a 5, con la vittoria del campionato Csi di serie B".

E adesso, Solomita, come si è concretizzato il vostro trasferimento alla Casalgrandese?
"L'estate scorsa, il Fiorano ha manifestato l'intenzione di non proseguire l'attività femminile. Così, per non disperdere il nostro fantastico gruppo, io e i miei collaboratori abbiamo cercato un'altra soluzione sempre qui in zona: devo dire che alla Casalgrandese abbiamo trovato sùbito terreno fertile. Il sodalizio biancoblù ha mostrato fin da sùbito grande sensibilità nei nostri confronti: in particolare, il presidente Claudio Marchetti e il dg Pierluigi Tarabelloni sono stati tra i principali fautori del nostro approdo a Villalunga. Ora, siamo davvero felici di essere qui: so che può sembrare una frase di circostanza, ma in questo caso sono parole autentiche. La Casalgrandese è contraddistinta da un'organizzazione seria, e peraltro in passato si era già occupata di calcio femminile: quindi, siamo circondati da un ambiente che garantisce al tempo stesso entusiasmo e competenza".


Quali sono le maggiori caratteristiche dell'organico che alleni?

"E' un organico caratterizzato dalla grande buona volontà di ciascuna giocatrice: inoltre abbiamo buone potenzialità tecniche, che però al momento non sono ancora emerse nel migliore dei modi. Sulla carta la squadra è numerosa e ha molte soluzioni in ogni reparto, ma bisogna fare i conti con le tante assenze: in parte a causa degli acciacchi, e in parte dovute a più che giustificati impegni lavorativi. Tanto per essere chiari, solo al venerdì sera ho un quadro preciso sulle giocatrici che potranno essere schierate la domenica successiva: in questo avvio di stagione, abbiamo potuto contare su appena 14-15 ragazze in ogni partita. Per fortuna, c'è anche qualche buona notizia: mi riferisco ad esempio alla presenza diel portiere Francesca Ierardi, che il Sassuolo ci ha girato in prestito".

 
E quindi, che tipo di obiettivi vi ponete?
"Fino a dicembre, pensiamo essenzialmente a limitare i danni il più possibile e a non perdere eccessivo contatto con i piani alti della graduatoria. In seguito si aprirà il mercato invernale, e lì contiamo di aggiudicarci alcuni rinforzi di spessore. Per avere la certezza di salire in C bisogna ottenere il 1° posto, e sarà un obiettivo molto arduo da raggiungere: dobbiamo infatti confrontarci con delle vere corazzate come Accademia Spal, Parma e Pievecella, squadre appositamente strutturate per vincere campionato e Coppa. Ad ogni modo, con gli opportuni innesti, ritengo che questa Casalgrandese possa ottenere buone soddisfazioni e mirare con convinzione almeno alla terza-quarta piazza finale".

Intanto, domenica c'è la trasferta di Bologna sul campo del Fossolo 76...
"E' un'avversaria che conosciamo bene: loro sono ancora a quota 0, ma ciò non significa affatto che andranno sottovalutate. In ogni caso, abbiamo le carte in regola per piazzare un blitz che sarebbe davvero preziosissimo per noi: intanto colgo l'occasione per ringraziare l'intero staff della Casalgrandese, i dirigenti biancoblù che seguono specificamente la squadra femminile e il sempre affezionato pubblico che tifa per noi. Faremo davvero tutto il possibile per non deludervi".

Nella foto a inizio pagina, mister Piero Solomita.
Nella foto a centropagina, la Casalgrandese Femminile 2018/2019.